Le chatroulette si stanno evolvendo ma l' incontro causale con gli sconosciuti e' sempre la ragione per cui siamo attratti a frequentare questo fenomeno che spopola ormai da diversi anni. 

 

 

Si conoscono via Chatroulette, si innamorano, lui le scrive una canzone e alla fine, be’… alla fine si sposano. Sembra una favola e in realtà lo è, nel senso che nulla di tutto questo è vero, a parte un video virale che su Youtube sta andando per le 4 milioni di visualizzazioni nel giro di due settimane. In Rete è diventato un fenomeno in poche ore, tra forum, bloggers e utenti dei principali social network che già dibattevano sull’accaduto, chi sulla veridicità del filmato, chi sul lato romantico e chi anche su una canzone che – effettivamente – non è per nulla malaccia. E dire che Chatroulette, il sito di incontri casuali via webcam, non è che stia brillando dopo il successo dell’esordio iniziale! A fare il resto c’è però Youtube!

 

 

WeChat, per parlare con gli sconosciuti

L'app cinese per smartphone, pubblicizzata da Messi,
permette di pescare i propri interlocutori in modo casuale

WeChat, l'alternativa a Whatsapp che stringe l'occhio al fenomeno ChatrouletteWeChat, l'alternativa a Whatsapp che stringe l'occhio al fenomeno Chatroulette

MILANO - Un incrocio fra Facebook, Skype, Instagram, Chatroulette e Whatsapp. Si può definire così WeChat, applicazione mobile sviluppata dalla cinese Tencent e utilizzata da più di 400 milioni di utenti. che permette, con uno scuotimento dello smartphone, di selezionare i propri interlocutori in modo casuale. Nata per soddisfare gli appetiti dei cinesi, ha da qualche mese iniziato un'aggressiva campagna di espansione internazionale. E sono già 70 milioni gli iscritti conquistati nel resto del mondo.

L'entrata in vigore del (micro)pagamento annuale per Whatsapp, il sistema di messaggistica istantanea che spadroneggia in 137 Paesi con 350 milioni di utilizzatori, sta contribuendo ad alimentare la curiosità per le soluzioni alternative. La verità, però, è che WeChat offre molto di più del semplice scambio di messaggi e contenuti appoggiandosi a Internet. Come detto, va a pescare fra le piccole abitudini e vere proprie ossessioni che stanno caratterizzando il nostro rapporto con i telefoni cellulari intelligenti: la condivisione e l'applicazione di filtri alle fotografie, la comunicazione della propria posizione e l'individuazione di persone nel territorio circostante, l'invio di messaggi vocali, la possibilità di effettuare video chiamate, di sbirciare i profili delle persone note. E ancora, la chat utilizzabile anche dal computer e l'aggiunta di nuovi contatti tramite la scansione di QR code. Di tutto un po', anche troppo probabilmente e andando a perdere qualcosa in semplicità e definizione delle caratteristiche primarie.

 

 

Copyright © V-20.it. Tutti i diritti riservati